Advertising: di chi si fidano i consumatori italiani online e offline

7 ottobre 2015

Trust in Advertising è una ricerca realizzata da Nielsen su un campione di 30.000 consumatori provenienti da 60 differenti paesi, Italia compresa. Le cifre sono chiare, a partire dal primo dato lampante: il 74% degli italiani si fida del consiglio dei conoscenti diretti.

I numeri relativi all’Italia sono, però, leggermente più bassi della media europea. Stando ai risultati della survey di Nielsen, infatti, l’82% dei consumatori europei si lascia consigliare dai conoscenti.

La comunicazione tra pari funziona e il passaparola si conferma strumento promozionale più credibile, anche online.

Il 64% degli italiani ripone fiducia nei commenti postati in rete e sui social network, contro una media europea del 60%. D’altronde ne avevamo già discusso: il 59% degli italiani effettua una ricerca in rete prima di decidere cosa, dove e come comprare qualcosa.

trust in advertising

Insomma, emerge chiaramente il peso del “consiglio” nelle scelte dei consumatori, sia nel caso in cui questo provenga da una chiacchierata vis a vis, che da un commento trovato su un forum.

Nella classifica che testa la credibilità riposta nelle differenti tipologie di advertising, al terzo posto si posizionano i contenuti editoriali di quotidiani e periodici (55% sia in Italia che nella media europea).

E se vi state chiedendo se abbia ancora senso o meno investire in siti internet di proprietà, la risposta è: assolutamente sì. Il trust legato ai siti aziendali è pari alla fiducia che i consumatori ripongono nella pubblicità in tv (45%).

Percentuali importanti possono essere vantate anche dai segmenti di pubblicità – per così dire – tradizionali. L’advertising sui quotidiani (43%), sui magazine (42%) e in radio (42%) mantiene alta la fiducia dei consumatori italiani, in linea con le cifre europee.

Dunque, la pubblicità più efficace per gli italiani? Passaparola, social network, quotidiani e periodici. Rinunciare ad un advertising integrato, cioè a forme pubblicitarie tradizionali miste a quelle online, significa smontare una formula vincente, avvalorata da percentuali positive.

Trust in Advertising

Paola Leo

Commenti

commenti