I cinque migliori video di Natale

21 dicembre 2015

Eccoci di nuovo qui. Sono state settimane intense per noi di Lektà, abbiamo chiuso diversi lavori e il nostro blog è stato un po’ trascurato. Non si fa, eh, lo diciamo sempre nei nostri corsi e ai clienti a cui facciamo consulenza. Ma tant’è.

Chiudiamo il 2015 parlando di holiday marketing. Negli ultimi anni, infatti, gli spot pubblicitari che passano in tv e i video di Natale che circolano in Rete hanno cambiato la loro natura. Il modo di fare comunicazione e di raccontare storie ha abbracciato campi e settori non esattamente legati alla tradizione del Natale.

Tocca ribadirlo, il 2015 soprattutto sui social è stato l’anno dei video, spinti soprattutto dalla forza del mobile, sempre più modalità di fruizione preferita. Ogni anno aumenta il numero di brand che lancia video durante la festa più amata dai marketer.

Quella dello “spot capolavoro” diffuso in Rete o in tv è una tendenza sempre più crescente. Noi di Lektà abbiamo raccolto i cinque video di Natale migliori del 2015, o, perlomeno, quelli che ci hanno colpito maggiormente. Eccoli:

  • Someday at Christmas, Apple

La società di Cupertino non è nuova a grandi collaborazioni per gli spot pubblicitari, ma questa volta ha scomodato Stevie Wonder che, insieme ad Andra Day, intona “Someday at Christmas”. Un pianoforte, un’esibizione, l’atmosfera natalizia: è così che Apple pubblicizza VoiceOver, lo strumento che consente di utilizzare i Mac anche senza vedere lo schermo. Ed è così che ci fa gli auguri di Natale.

  • #ManOfTheMoon, John Lewis

In Inghilterra la battaglia dei video di Natale ha inizio già nei primi giorni di novembre. Quello del brand John Lewis non è che l’ultimo “spot capolavoro” (chi di voi si ricorda del famoso pinguino Monty?). Quest’anno la catena di magazzini ha investito 7 milioni di sterline per la realizzazione della sua campagna pubblicitaria natalizia. Ma la trama dello spot non ricorda un po’ UP?

  • Merry Christmas from Juventus, Juventus

E poi c’è chi la butta sul ridere. La Juventus, anche quest’anno fra i top brand sui social network, lascia cantare i suoi giocatori. Il risultato? Un coro natalizio molto stonato, che alcuni dei componenti di Lektà non avrebbero mai voluto rilanciare. Ma lasciamo da parte le fedi calcistiche e guardiamo all’efficacia dell’operazione di branding (la community del club avrà di sicuro apprezzato…) e al rispetto magistrale dei codici di questo tipo di contenuti.

spot natalizi 2015

  • #heimkommen, Edeka

Uno degli spot che ha fatto assolutamente più discutere, di quelli controversi pur essendo strappalacrime. In rete è stato lanciato a fine novembre, parla di un anziano e del suo vuoto e triste natale. Volete uno spoiler? L’anziano finge di morire pur di rivedere i figli che lavorano fuori. Con questo spot, diventato subito virale, la catena di supermercati tedesca fa riflettere, anche se in modo un po’ cruento, su cosa sia ciò che conta davvero nella vita.

  • Premium Gifting Service TV, PornHub

Nessun allarme, anche i bambini possono guardare l’innocente spot di PornHub. Cosa ci dice il video? Prima di comprare un regalo di Natale è necessario capire cosa sia davvero nei desideri del destinatario. Anche quando si tratta del nonno.

Passate buone feste!

Hai domande o vuoi ricevere informazioni su come Lektà può aiutare la tua azienda? Scrivici per saperne di più su SEO, Web Marketing, Social Media Marketing.

Paola Leo e Francesco Laezza

Commenti

commenti