Il content marketing e alcuni consigli per le PMI

28 ottobre 2015

Il content marketing è il cosiddetto marketing dei contenuti. Ma i contenuti sono davvero così importanti per le PMI da connotare un certo modo di fare marketing?

In questi giorni Lektà sta tenendo un corso di digital marketing turistico ai dipendenti di alcune strutture ricettive e tour operator dell’area aretina. Ancora una volta, quando sulle nostre slide compaiono le paroline magiche “content” e “marketing”, notiamo un certo irrigidimento da parte della classe. Cosa sono i contenuti? Come si producono? Sono davvero così importanti da connotare un certo modo di fare marketing?

Ora, che sia opportuno assicurare una presenza aziendale su Internet è ormai un dato acquisito anche nel mondo delle PMI. Ma se per alcune di queste imprese la propria presenza in Rete – quale che sia! – rappresenta l’unico tassello per accedere a nuovi mercati, altre, per fortuna, hanno compreso che Internet è soprattutto strategia.

content marketing digitale per pmi

Il fatto è che l’universo digitale imprime una necessità di cambiamento costante all’interno del mondo aziendale. Non a caso si parla di digital disruption. Si tratta di una trasformazione che implica una cura costante dei metodi e dei flussi lavorativi: nuove idee, nuovi prodotti, corse sfrenate contro tempi di sviluppo e di consegna. Mentre i consumatori, dal canto loro, diventano sempre più sfuggenti.

Il digitale impone quindi alle imprese di abbandonare la propria comfort zone. Ci sono solo due modi per affrontarlo: viverlo o subirlo. Quando finalmente le aziende comprenderanno che vita digitale e vita reale non sono universi paralleli, allora la visibilità sul web e il ritorno degli investimenti godranno di un indice di positività.

Come fa notare il buon Seth Godin, «Technology is nice, but community is the secret».

La tecnologia aiuta, certo, ma il segreto sta nel costruire e alimentare una community intorno al proprio business. I blog, per esempio, aiutano tantissimo nella creazione di un interesse comune e sono uno strumento valido per dar vita ad una relazione con i clienti e per padroneggiare appieno il content marketing. Se progettati e distribuiti nel modo giusto, anche i webinar, le infografiche o i case study sono possibili contenuti su cui costruire delle efficaci strategie di content marketing.

Ecco la sfida che hanno di fronte le PMI: riuscire a produrre contenuti di qualità, curando la propria presenza sui social media, ed estendendo il proprio marchio oltre il confine del sito aziendale. A cosa serve, se non a questo, il content marketing stesso?

Come diciamo sempre, però, se è vero che definire e, soprattutto, implementare una content strategy può essere un’attività molto costosa e impegnativa per una PMI, molte pratiche online, gratuitamente e in pochi clic, porterebbero ad un notevole miglioramento della propria presenza in Rete. Nonostante questo, tuttavia, molte aziende continuano a disattenderle. Una di queste è l’utilizzo di Google Maps, adesso confluito dentro Google My Business. Il servizio di Big G è completamente gratuito e si rivela uno strumento chiave per costruire un legame fra online e offline, consentendo a utenti e clienti di conoscere con esattezza dove sorge l’impresa. In questo modo, sarà il motore di ricerca stesso a premiare con una maggiore visibilità nelle serp.

content marketing digitale per pmi

I potenziali clienti della vostra azienda sono lì con gli smartphone in mano (sempre meno da pc) a cercare sul web informazioni e curiosità su un prodotto/servizio. Condividere ciò che si fa, come lo si fa, chi e come ne ha già avuto esperienza d’uso, sono solo i principali driver di contenuto di una strategia online.

La cura dei contenuti (e quindi il content marketing) legati al proprio business è la strategia di marketing basilare per emergere dall’afflusso caotico di informazioni (a volte anche imprecise) che si trovano nel web. Che un brand debba essere un produttore di contenuti esperienziali l’avevamo già detto. Perché questo è Internet: contenuto e capacità di portarlo agli utenti.
La tua azienda, però, è pronta a farlo?

Lektà ha pensato ad un corso in house per PMI che fornisce le conoscenze teoriche e pratiche per analizzare, pianificare e realizzare strategie innovative di marketing e comunicazione attraverso media sociali come Facebook, YouTube, Twitter, Instagram.

Paola Leo

Commenti

commenti